Pinterest

drillbits_pinterest_header

“What’s Pinterest? Pinterest helps people discover the thing they want to plan, buy and do.”
E’ così che si presenta il social network sulla sua pagina principale.
Possiamo pensare Pinterest come un grande motore di ricerca, che restituisce i risultati di ciò che stiamo cercando attraverso immagini, i Pin appunto. I Pin sono dei segnalibri, che gli utenti del network memorizzano nelle loro Boards, collezioni organizzate per argomento che permettono di interconnettersi con gli utenti con interessi simili. Un Pin può essere qualsiasi cosa, può nascere dalla condivisione di un contenuto sulla bacheca di un altro utente oppure, attraverso il bottone “Pin it!”, può essere inserito nel network direttamente da un sito esterno.
Pinterest è il social che ha avuto la più veloce crescita nel 2014: ha guadagnato il 97% degli utenti in più rispetto all’anno precedente. Pinterest è però ancora poco diffuso in Italia, pare infatti che siano solo 3 milioni le persone che nel nostro Paese utilizzano la piattaforma.
Il social è diffuso soprattutto in America e nel Regno Unito. Le statistiche dimostrano che l’utente medio è donna con un reddito di circa 50.000 dollari l’anno. Gli utenti di Pinterest sono molto attivi, si registra infatti una veloce ed intensa condivisione dei contenuti. I Pin diventano velocemente virali.
Perché dunque, scegliere Pinterest?
Perché Pinterest è l’unico social network in cui gli utenti si aspettano le immagini dei prodotti che stanno cercando, con tanto di cartellino prezzo e molti di loro sono pronti ad acquistare. Pinterest è quindi una grande occasione per le aziende specializzate nella vendita al dettaglio. E’ un ottimo trampolino anche per tutte quelle aziende che vogliono aprire il loro mercato ai paesi anglofoni e per coloro che desiderano aumentare la brand awareness, cioè far conoscere il loro marchio.
Come sfruttare al meglio il network?
pinterest-profile
Per prima cosa cerca di capire cosa i tuoi clienti apprezzano del tuo sito, quali sono le pagine e gli argomenti più visitati. Cerca quindi di capire cosa fanno i tuoi competitors ed inizia a creare le tue Boards.Devono contenere immagini non sfocate, con una buona prospettiva e la giusta dimensione. Come sempre i contenuti dovranno essere originali e di qualità. Dovrai mostrare i tuoi prodotti, ciò che ti ispira, i suggerimenti che vorrai dare i tuoi clienti e condividere tali contenuti per promuovere il tuo marchio e il tuo sito.Il tuo obiettivo principale è quello di creare traffico al tuo sito. Per incanalare gli utenti alle pagine del tuo sito web ti basterà inserire il link nei pin delle tue boards. Ricorda che i link contenuti in Pinterest vengono indicizzati dai motori di ricerca.

Trasforma il tuo sito inserendo delle immagini che possano essere ripinnate e che vadano a popolare la tua bacheca. Inserisci sul tuo sito un’anteprima della tua bacheca e delle call to action così da coinvolgere i visitatori, ponendo ad esempio domande e menzionando i follower per chiedere il loro parere.

Pinterest deve la sua forza alle immagini, purchè siano significative e inerenti al core business dell’azienda. La differenza con gli altri? La mancanza di interazione verbale.Vi chiederete perchè un’azienda già avviata debba orientarsi verso un piano marketing fatto di social. La domanda giusta sarebbe, perchè non farlo? Siamo arrivati ad un punto in cui essere presente su più canali e progettare una cross promotion è fondamentale.