Facebook: novità per gli advertiser su Marketplace e impression

Facebook annuncia delle novità per gli advertiser, relative ai contenuti sponsorizzati nelle ricerche, nel Marketplace e il conteggio delle impression.

Facebook annuncia alcune piccole novità per gli advertiser, utili per gestire al meglio i contenuti sponsorizzati e massimizzarne le performance. La società statunitense, infatti, ha deciso di allargare le potenzialità d’investimento all’interno del Marketplace e, fatto non da poco, di riorganizzare il modo con cui le impression vengono conteggiate. Cosa cambia, di conseguenza, per chi vorrà investire sulla piattaforma di Mark Zuckerberg?

Le due nuove feature annunciate negli scorsi giorni, e in via di rollout a partire dagli Stati Uniti, sono passate per una lunga fase di test, durata più di un anno. Di seguito, alcuni dettagli utili per pubblicitari e inserzionisti.

Ads anche su ricerche e Marketplace

Dopo un anno di rigorosi test, Facebook ha deciso di ampliare le possibilità pubblicitarie sulla propria piattaforma social, includendo due miglioramenti che saranno sicuramente graditi agli advertiser.

Il primo riguarda la possibilità di piazzare contenuti pubblicitari all’interno delle ricerche: quando l’utente effettua query relative a prodotti, siti di e-commerce o affini, tra i risultati potrebbero apparire dei contenuti sponsorizzati che rispondono agli interessi dello stesso utilizzatore. Inizialmente, questa funzione sarà disponibile unicamente sulla versione mobile del social network.

Ancora, vi sarà la possibilità di piazzare contenuti pubblicitari anche nella ricerca relativa al Marketplace, affinché il prodotto o il servizio sponsorizzato risponda alle chiavi inserite dallo stesso utente. In altre parole, tra un annuncio e l’altro di privati, potrebbero comparire brand che si occupano di settori analoghi. Anche in questo caso, i nuovi strumenti saranno inizialmente proposti sulla versione mobile del social network.

Agli investitori saranno inoltre offerti degli strumenti appositi per gestire le loro inserzioni, come la possibilità di scegliere un piazzamento automatico per i contenuti che finiranno sulle timeline o, ancora, attivare o disattivare la visualizzazione nelle ricerche. Tutte le opzioni saranno disponibili nell’Ads Manager.

Impression organiche: nuovo conteggio

Facebook ha anche annunciato dei cambiamenti nel calcolo delle impression organiche per le pagine. Secondo quanto riferito da Marketing Land, la società avrebbe deciso di accorciare la finestra temporale per registrare una singola impression presente su una pagina o nella timeline degli utenti, affinché la rilevazione possa essere sovrapponibile a quella già in uso per i contenuti sponsorizzati.

Il social network non è entrato in dettagli per spiegare il nuovo calcolo, ma un portavoce di Menlo Park ha sottolineato che:

non si tratta di un cambiamento nella distribuzione, ma di una modifica nel modo in cui filtriamo le impression organiche che si verificano in un breve periodo di tempo.

Facebook non ha specificato quale sia la durata di questa finestra temporale, in ogni caso viene considerata un’impression quando un contenuto viene visualizzato nel feed e l’utente scorre verso il basso la pagina, per poi tornare indietro sullo stesso contenuto. Ancora, se un contenuto dovesse essere visualizzato due volte nel feed di una stessa persona nel corso della medesima giornata verranno calcolate due impression.


Ti è piaciuto questo articolo?
Sostienici mettendo "mi piace"
sulla nostra Pagina

Pubblicato il 29 Novembre 2019

Condividi: